Moda: i primi freddi ci vestono come un peluche

Siete freddolose e vi piace imbacuccarvi dalla testa ai piedi, senza temere l’effetto peluche? Nelle giornate più rigide dell’inverno 2017-2018 non dovrete temere di soffrire: le collezioni per la stagione hanno un occhio di riguardo nei confronti di chi vuole soprattutto stare al caldo, con tante proposte anti-gelo tra eco pellicce, giacche pelose, colbacchi e stivali ad hoc.

C_2_fotogallery_3084035_9_image

La pelliccia si conferma capo di tendenza, ma stavolta in una rivisitazione più spiritosa e irriverente che preziosa, per il massimo del comfort anche con la colonnina di mercurio sotto zero… o quasi. Chi lo desidera potrà vestirsi di pelo letteralmente dalla testa ai piedi, ad esempio con i cappelli colorati e i boots proposti da Prada, oppure con il cappotto “effetto pecora” di Marni, oppure ancora i giacconi colorati di Fendi.
Anche se la parte del leone tocca a cappotti e i giacconi, tutti di dimensione maxi e all’insegna del colore, anche nelle palette più sgargianti e sbarazzine, non mancano gli accessori di pelo e pelliccia, dalle calzature alle borse, come si è visto su tante passerelle.
Insomma, quando il momento verrà non dovremo temere il freddo. Qualche cautela è d’obbligo però se non siete altissime di statura: in questo caso l’effetto orsacchiotto potrebbe diventare davvero eccessivo. Se non volete rischiare, basta limitare il look a una citazione, con un accessorio, con un bel collo o un grande colbacco da zarina.

Moda: elegante e femminile in giacca e pantaloni

Giacca e pantaloni, magari di colore scuro, o comunque molto sobrio: insomma, una divisa da ufficio, specie per chi riveste posizioni di un certo rilievo. Eppure il classico tailleur “di ordinanza” si può rivisitare e trasformare in un completo femminile e seducente, completamente diverso dalla corazza dietro la quale a volte abbiamo la tentazione di nasconderci.

images

L’insieme giacca pantaloni è versatile, confortevole, ci permette di assecondare le bizzarrie del clima di questo strano autunno e insieme di essere sempre in ordine e ben vestite, anche se capita all’improvviso un’occasione di una certa formalità.
Il tailleur giacca-pantaloni è stato portato in passerella da moltissimi stilisti, a cominciare da Giorgio Armani che da sempre ne fa un vero pezzo iconico. Hanno sfilato tailleur gessati che richiamano il guardaroba maschile, le giacche doppio petto, avvolgenti e morbide, in colori neutri come il grigio e il cammello, manche nelle nuances più accese o nelle tinte pastello. Del resto, il tailleur è uno dei capi che meglio si presta a interpretare l’avvicinamento dei generi, quello maschile e femminile, tipico di questi anni e ormai sancito persino dalla consuetudine di far sfilare insieme uomini e donne.
Anche la forma dei pantaloni offre grandi possibilità di interpretazione. Ci sono le forme fluide, ma anche lunghezze che lasciano scoperta la caviglia o che si fermano addirittura un po’ più in su. Si portano con gli stivaletti o le polacchino, ma anche con le stringate, altro vero cult di stagione. E se fa freddo, ci si ripara dentro un bel cappotto, meglio se dal taglio ampio e diritto, o in un maxi-trench. Anche quello, in tono neutro o, a piacere, coloratissimo.

Maglioni: i modelli più cool dell’Autunno-Inverno 2016

Avvolgenti e oversize, a lupetto o a cardigan, fantasiosi o monocolor: i maglioni in lana scaldano la stagione fredda e la rendono più fashion. Dai colori neutri alle nuance più intense, senza farsi scappare le stampe eccentriche: ecco i modelli più cool su cui puntare per l’Autunno-Inverno 2016!

C_2_fotogallery_3006533_3_image

Cardigan – Sapore bon ton e fascino retrò si incontrano sul maglioncino aperto avanti da sfoggiare di giorno su jeans, abiti, pantaloni sartoriali e molto altro ancora. Valentino opta per una linea over, pratica e comoda, addolcita dalle note floreali multicolor di ricami in maglia di lana e alpaca. Dolce & Gabbana invece propone un’interpretazione romantica, rivestendo il suo modello grigio chiaro di vivaci applicazioni ricamo in seta.

Girocollo – Pratico, comodo e versatile si abbina bene a gonne tubino e a pantaloni dal taglio androgino per un risultato casual-chic e sofisticato. Barrie, ad esempio, disegna un paesaggio bucolico sul suo modello realizzato in jacquard di Scozia. Mentre si avvolge in ruches e volant la maglia di Fendi in azzurro carta da zucchero con la silhouette che segue dolcemente le linee del corpo.

Lupetto – Basico e lineare, il maglione a collo alto è un evergreen a cui è difficile resistere nella stagione invernale. A noi piace molto il crop jumper di Balmain in rosa quarzo da combinare con gonne e pantaloni a vita alta. Etro invece punta a una lunghezza over e a una tinta più vivace per il suo turtle neck turchese spezzato da sfumature bordeaux.

Stampa a righe: i capi e gli accessori per lʼAutunno-Inverno 2016

Un motivo intramontabile che per l’Autunno-Inverno 2016 torna a vestire capi e accessori di geometrie vivaci e inaspettate. La stampa a righe, grande protagonista sulle passerelle, per la stagione fredda crea abbinamenti cromatici vivaci, gioca con le asimmetrie e si diverte con i contrasti. Per un look a prova di ipnosi.

C_2_fotogallery_3006196_21_image

La trama stripes si fa ondulata sul dress midi in cady di seta firmato Fendi quasi a esaltare il movimento generato dal modello fatto di ruches svolazzanti e di tanta leggerezza. Più schematica è l’ispirazione dell’abito chemisier di Altuzarra in seta, a righe lineari e orizzontali blu, azzurre e rosse.

C_2_fotogallery_3006196_6_image

Ha un sapore graffiante il pullover di Gucci che, sul motivo a righe bianche e blu in stile mariniere, appone il volto di una tigre ruggente, sinonimo di potenza ed energia. Mentre è l’emblema del romanticismo la blusa di Balenciaga avvolta in vortici di balze e volant.

C_2_fotogallery_3006196_16_image

Punta al color block invece Salvatore Ferragamo che gioca con nuance vivaci a contrasto combinando i colori ceruleo, panna, zafferano e nero. La sequenza di righe si fa più ritmata, invece, sulla gonna a matita in morbida lana vergine di Victoria Beckham che affianca blu, bordeaux e bianco candido.
Non manca neanche l’effetto optical delle righe black&white che tingono la clutch di Edie Parker a scatoletta rettangolare, il pullover di Closed in cashmere dalla linea pulita, il tailleur di Balmain con pantaloni a sigaretta e giacca dal taglio corto.

Brioso e vitaminico, il giallo splende sullʼAutunno/Inverno 2016

Luminoso, vitaminico e abbagliante come il sole, il giallo torna a risplendere in tutta la sua freschezza nell’Autunno-Inverno 2016 sui must have di stagione. Nelle sue più svariate tonalità, dall’ocra al canarino fino al senape, è la tinta giusta per illuminare le giornate più buie e grigie. Lasciati sedurre dalla nostra selezione e rallegra il tuo guardaroba con i capi e gli accessori intinti nel colore della luce.

C_2_fotogallery_3005500_1_image

È vibrante oltremodo l’abito in crêpe di Proenza Schouler dalla silhouette fasciante che si apre sull’orlo con una morbida ruches. ll contrasto con gli inserti neri accentua la luminosità della nuance che tende all’arancione.
Ancora più brillante è la jumpsuit in lucidissimo raso giallo oro firmata Merchant Archive con pantaloni amplissimi dal taglio corto. Punta sull’energia del giallo anche Marni sul suo cappotto in lana vergine con ampio revers rivestito da un morbidissimo shearling di agnello.

C_2_fotogallery_3005500_0_image

Vira verso la nuance senape, invece, Etro per la giacca in alpaca e lana dalla linea pulita senza colletto, da sfoggiare con maniche risvoltate per mettere in mostra la preziosissima stampa paisley della fodera.
Si intingono nel giallo anche le borse, ideali soprattutto a smorzare la monotonia degli outfit monocolor, con vivacità e magari con un pizzico di ironia: si spazia dalla Elephant di

C_2_fotogallery_3005500_8_image

Loewe con proboscide e maxi orecchie, da portare a mano o a tracolla, alla divertentissima Baguette in formato micro di Fendi dalla forma lineare impreziosita dagli iconici Bag Bugs della maison in pelliccia di volpe e lapin.
Briose altrettanto sono le scarpe: dalle sneakers con emoticon a occhi sbarrati di Acne Studios alle irresistibili pumps con stiletto di Jimmy Choo passando per le décolleté di Gucci con tacco squadrato ispirate ai mocassini.

Dolce & Gabbana: in passerella il tributo al ‘Tropico Italiano’ e alle sue icone

Una ‘giungla’ made in Italy battezzata ‘Tropico Italiano’. E un sentito e sincero inno allo Stivale, in particolare un tributo al Meridione, da Napoli alla Sicilia, e a tutte le sue icone: dalla pasta ai gelati passando per le raffigurazioni sacre. Senza dimenticare la passione per la natura e per il potere bucolico. La sfilata di Dolce & Gabbana per la

C_2_fotogallery_3005271_20_image

Primavera/Estate 2017 si apre con un gang partenopea di ballerini di strada e di ‘scugnizzi’ tutto pepe che invadono la passerella con una scatenata break dance e precedono le top model alzando il sipario su uno show nello show. Il tutto accompagnato da un sottofondo folkloristico al ritmo di musiche e tarantelle della tradizione napoletana.
La sfilata è un vero spettacolo e sul palcoscenico tutto è un eccesso, tutto è fasto, tutto è sinonimo di stravaganza e avanguardia con alle spalle un sentimentalismo patriottico infervorato.

C_2_fotogallery_3005271_22_image

Sugli abiti trionfano penne giganti, spaghetti e farfalle, quelle di pasta da mangiare, in formato maxi. Finanche le etichette della salsa di pomodoro – i ‘veri pelati italiani’ – su mini dress in jucca. E poi coni gelato, calici da vino, utensili da cucina, mandolini.
Sulle borse sono servite pizze, sui tubini compaiono immagini religiose. Sulle minigonne tra coralli, granchi e aragoste nuotano pesci, cavallucci e stelle marine. Che sono riproposti su lunghi abiti in mesh effetto vedo-non-vedo, ispirati alle vere e proprie reti da pescatore.

C_2_fotogallery_3005271_27_image

Sul capo le modelle ostentano iperboliche corone di fiori, altro macro tema della kermesse. Note bucoliche imperano anche sugli abiti dove sbocciano grandiose e stupefacenti stampe di rose e di girasole. Ed esplodono sottoforma di applicazioni su giacche, gonne e panta-culottes a vita alta. I bolerini, poi, sono un trionfo di applicazioni dorate e specchietti da carretto siciliano.

C_2_fotogallery_3005271_17_image

Non manca il twist giocoso delle scritte sulle t-shirt che ironizzano sul nome del brand ‘Docce e Gabinetti’, ‘Dormo &Gioco’, ‘Dentice &Gamberetti’.
E così, anche questa volta, all’ombra di piante di banana, il folklore coraggioso e contagioso del duo siciliano è servito!