Le persone con gruppo sanguigno “O” possono essere «meno vulnerabili al Covid-19 e hanno una ridotta probabilità di ammalarsi gravemente»: lo sostengono due studi diversi, uno canadese e