Download!Download Point responsive WP Theme for FREE!

Moda, tutti pazzi per le scarpe Lidl: ecco perché se ne parla tanto

214954095-bcda3ca4-315e-4b3e-bb35-067b860ca898

Alla faccia dell’artigianalità. Ma anche della sostenibilità, del comprare italiano e dai piccoli produttori, nei negozi sotto casa, da chi tutela e promuove il made in Italy. In tempo di Covid, pandemia e lockdown, di consumi contratti e da rilanciare, la corsa ad accaparrarsi le scarpe da ginnastica della Lidl, messe in vendita a 12 euro e 99 centesimi, ha dell’incredibile. Andate esaurite nel giro di poche ore, si trovano ora su eBay e altri siti di reselling anche a 2.500 euro. Cerchiamo allora di capire le ragioni di quello che sembra un inspiegabile innamoramento collettivo…

IL BIZZARRO CHE ATTRAE – Perché un paio di sneakers colorate è diventato ambitissimo? Il web ne ha parlato e ne parla: gran parte del successo lo hanno decretato i social, alimentati da meme divertenti. Altro fattore chiave, che ha contribuito a mandare queste scarpe unisex subito sold out, è stata la scelta da parte della catena di supermercati nata in Germania di includerle in una collezione speciale e limitata, la “Fan Collection”, che comprende anche calzini, maglie e ciabatte. Tutta brandizzata, con tanto di logo Lidl e colori aziendali: blu, giallo e rosso. Si tratta poi di un articolo piuttosto economico, perciò alla portata di tutte le tasche: sono state lanciate negli oltre 660 punti vendita in Italia a 12 euro e 99 centesimi il paio. Questo ha contribuito, quindi, a conquistare non solo l’anima più o meno “kitsch” di fashion victims e collezionisti, pronti a piazzarle sui siti di reselling online a cifre esorbitanti. Un successo annunciato anche perché già riscosso in altri Paesi europei dai tempi della prima capsule in edizione limitata, lanciata in primavera. Un’operazione di marketing perfettamente riuscita, a tutti i livelli. E forse una lezione di cui fare tesoro, soprattutto in questi tempi di pandemia.

Moda, tutti pazzi per le scarpe Lidl: ecco perché se ne parla tantoultima modifica: 2020-11-20T11:20:23+01:00da giorgio6614
Reposta per primo quest’articolo

Add a Comment