Download!Download Point responsive WP Theme for FREE!

Regina Elisabetta, 67 anni fa l’incoronazione: l’omaggio sui social e quel retroscena da incubo

5264238_1353_regina_elisabetta_anniversario_incoronazione_retroscena_incuboRegina Elisabetta, 67 anni fa l’incoronazone: l’omaggio sui social e quel retroscena da incubo. Nel giorno in cui l’Italia festeggia la Repubblica, la Gran Bretagna celebra l’anniversario dell’incoronazione della sua sovrana, simbolo della longevità della monarchia. La foto a cavallo all’età di 94 anni, diffusa poche ore fa, è l’ennesima dimostrazione della forza di una donna che non doveva essere regina, ma lo è diventata giovanissima. Sui social il ricordo della cerimonia sontuosa, la prima a essere ripresa dalle telecamere in mondovisione.

‘Lillibet’, come la chiamavano affettuosamente in famiglia, aveva soltanto 27 anni quando fu incoronata il 2 giugno 1953. Formalmente era già in carica dal febbraio 1952, dopo essere subentrata al padre, Giorgio VI, morto inaspettatamente e prematuramente, ma ci vollero ben 16 mesi per organizzare la cerimonia di incoronazione. Ci volevano molti soldi e il tempo fu necessario a raccoglierli, dal momento che il Paese era stato colpito duramente dalla seconda guerra mondiale. Tutto doveva essere perfetto e doveva dimostrare al mondo che la monarchia era viva e vegeta, che Elisabetta II era una sorta di divinità in terra. Imperturbabile e sorretta da un incrollabile senso del dovere, eppure apparentemente troppo minuta per reggere il peso fisico e metaforico di quella corona.

I numeri dopo 16 mesi di minuziosi ed estenuanti preparativi sono impressionanti: ottomila invitati e 100 milioni di spettatori sintonizzati per ascoltare il suo giuramento e osservare il marito, il duca di Edimburgo, inginocchiarsi davanti a lei in segno di sottomissione. Poi ci sono le cifre che riguardano la corona di Sant’Edoardo. Un oggetto dal peso di due chili e 200 grammi, con 444 pietre dure, tra cui 277 perle, 18 zaffiri, 11 smeraldi e 5 rubini. Per abituarsi al suo peso, Elisabetta II si era allenata in giro per Buckingham Palace per tre giorni.
Impossibile, tuttavia, non sembrare impacciata con tutti quei gioielli addosso. Doveva camminare per la navata dell’Abbazia di Westminster e restare dritta con indosso la corona, pesanti bracciali ai polsi e ingombranti scettri nelle mani. Senza dimenticare il mantello di cinque metri e mezzo.

Sull’account Instagram ufficiale della Royal Family sono apparse le immagini in bianco e nero di quel giorno. Foto storiche di un evento memorabile, eppure non ci furono solo bei ricordi. Innanzitutto, i sindacati dei lavoratori britannici protestarono pubblicamente per lo spreco di denaro pubblico e si rifiutarono di mandare i loro rappresentanti a Westminster. E la stessa Elisabetta ha raccontato 65 anni dopo i momenti da incubo vissuti.

Ha confessato durante la sua unica intervista televisiva che quella corona era «pesantissima» e «scomoda», che il viaggio in carrozza era stato «orribile» e che temeva di «spezzarsi il collo». «Le corone hanno degli svantaggi… Ma sono comunque oggetti importanti», ha dichiarat due anni fa. Tra i momenti imbarazzanti c’è anche quello raccontato dai cronisti: «In ginocchio Elisabetta cerca inutilmente nel Libro Sacro di rintracciare la preghiera che l’Arcivescovo di Canterbury pronuncia. Sfoglia lentamente, in avanti e indietro; il suo imbarazzo è evidente». La cerimonia durò ben tre ore e la Regina porta ancora la corona.

Regina Elisabetta, 67 anni fa l’incoronazione: l’omaggio sui social e quel retroscena da incuboultima modifica: 2020-06-02T16:33:04+02:00da giorgio6614
Reposta per primo quest’articolo

Add a Comment