Briatore atterra a Malindi, la Gregoraci resta in Italia… in topless

Flavio Briatore e il piccolo Nathan Falco sono atterrati a Malindi con l’aereo privato di famiglia, ma all’appello manca Elisabetta Gregoraci. La bella conduttrice appare invece in un topless mozzafiato (coperto dalle braccia) in uno scatto social pubblicato su

C_2_articolo_3114356_upiFoto1F

Instagram… alimentando le voci di una crisi di coppia, di cui giù da settimane si parla.
Da tempo Flavio e Elisabetta non compaiono in coppia né sui social né altrove anche se per Natale, come si può presumere dagli scatti postati sui reciproci profili Instagram, i due hanno sicuramente festeggiato insieme a casa accanto al figlio Nathan Falco. Adesso però mentre l’imprenditore è in Africa nel suo resort a Malindi, lei temporeggia in Italia. Capodanno da separati?

Melania in Italia: una sfilata Dolce & Gabbana

Melania Trump piace a tutti: la First Lady americana si guadagna anche l’endorsement del New York Times, tradizionalmente critico nei confronti del marito, che l’ha addirittura paragonata a Jacqueline Kennedy.
Gli occhi di ghiaccio pian piano stanno lasciando il posto al sorriso e se il marito Donald Trump ha affermato che “Gli Stati Uniti non avrebbero potuto avere un rappresentante migliore di lei”, sono in molti a pensare che abbia ragione:

C_2_box_33381_upiFoto1F

Melania Trump non sbaglia un colpo. Dal portamento, al comportamento, allo stile.
Bella, ricca, intelligente e alla moda. Durante l’ultima visita in Italia, Melania Trump ha sfoggiato un guardaroba perfetto. Elegante, trendy ma senza strafare, rispettoso della nostra cultura, omaggiando il made in Italy. Tutti i capi che ha indossato erano firmati Dolce & Gabbana. L’ultima collezione ovviamente, autunno inverno 17-18, creazioni che non sono ancora in vendita per i comuni mortali.
Melania Trump è scesa dall’aereo con un cappotto nero con dettagli dorati sul collo e le maniche, ha indossato un cappotto di pizzo nero (con veletta) per l’incontro col Santo Padre e la visita al Bambin Gesu’ di Roma. Poi è volata in Belgio (dove ha preferito capi di Maison Ullens e Michael Kors).
Tornata in Sicilia, Flotus ha fatto parlare di sé con il soprabito a fiori tridimensionali da quasi 40mila euro, indossato a Catania, ed abbinato ad una pochette.
A Taormina invece si è concessa un delicato abito bianco con fantasia floreale e un vestito lamè argento per l’evento a Teatro Greco. A conclusione della visita in Italia, un tubino strutturato con bottoni decorativi fasciava le sue forme nella base aerea di Sigonella.

I sandali più cool hanno i lacci alle caviglie

Le star di tutto il mondo in questo periodo sfoggiano con orgoglio sandali lace-up. Allacciati alla caviglia o alti fin sopra al ginocchio, ne esistono di differenti tipologie e colori che consentono di abbinarli a qualsiasi outfit. Si tratta di un accessorio intrigante e protagonista, non passa inosservato ed è sinonimo di una femminilità forte.

sandali-lace-up

Un dettaglio fetish che ammicca al bondage, eppure anche la regina di Spagna Letizia Ortiz ne ha sfoggianto un paio nero ad un evento giornaliero.
Una delle fan più scatenate di questo accessorio sensuale è senza dubbio Kim Kardashian: neanche durante la gravidanza la bombastica socialité ha rinunciato ai laccetti sulle caviglie gonfie. Non disdegnano nemmeno le sorelle: Khloé e Kendall tanto per citarne due.
Anche in Italia sono tante le fan delle calzature lace-up: Alessia Marcuzzi, Melissa Satta, Claudia Galanti, tanto per citarne alcune.

 

Melissa Satta e Kevin Prince Boateng, shopping con Maddox

Melissa Satta e Kevin Prince Boateng sono al settimo cielo. La ex velina sarda e il calciatore si sposeranno tra meno di due mesi e mentre fervono i preparativi per le nozze più mondane dell’anno, la coppia si gode la giornata di sole milanese tra le vie dello shopping insieme al figlio Maddox.

C_2_fotogallery_3001069_0_image

La Satta e Boateng hanno vissuto per qualche tempo in Germania a Dusseldorf perché Pince militava nello Shalke 04. Rientrato a Milano tra i rossoneri anche la famiglia si è trasferita in Italia, a Milano dove già Melissa tornava spesso per motivi di lavoro. Tra vacanze da sogno, shooting, copertine e impegni vip, Melissa e il Boa aspettano il grande giorno del sì.

Vacanze separate per Raoul Bova e Rocìo Morales, crisi di coppia?

Pasqua da separati per Raoul Bova e Rocìo Munoz Morales. Una delle coppie più chiacchierate del momento non avrebbe passato le recenti vacanze pasquali insieme.

raoul-bova-rocio

Secondo il settimanale “Chi” Lui è rimasto in Italia, mentre lei è volata in Spagna con la piccola Luna (avuta dall’attore). “Crisi in vista?”, si chiede il settimanale diretto da Alfonso Signorini, per ora non è arrivata nessuna risposta dai due attori.

Armani: basta pellicce nelle nostre collezioni, sono crudeli e inutili

L’annuncio è di quelli clamorosi: Armani ha deciso di abolire le pellicce da tutte le sue collezioni. A partire dalla stagione autunno-inverno 2016/2017 tutte le proposte del Gruppo saranno pertanto fur free.
«Sono lieto di annunciare – ha dichiarato Giorgio Armani – il concreto impegno del Gruppo Armani alla totale abolizione dell’uso di pellicce animali nelle proprie collezioni.

INAUGURAZIONE DI MILANO MODA DONNA, PER LA SETTIMANA DELLA MODA A PALAZZO REALE

Il progresso tecnologico raggiunto in questi anni ci permette di avere a disposizione valide alternative che rendono inutile il ricorso a pratiche crudeli nei confronti degli animali. Proseguendo il processo virtuoso intrapreso da tempo, la mia azienda compie quindi oggi un passo importante a testimonianza della particolare attenzione verso le delicate problematiche relative alla salvaguardia e al rispetto dell’ambiente e del mondo animale».
L’annuncio è stato dato oggi in accordo con la Fur Free Alliance. Per il suo presidente Joh Vinding la scelta di Giorgio Armani «dimostra chiaramente che gli stilisti e i consumatori possono avere rispettivamente libertà creativa e prodotti di lusso senza per questo ricorrere alla crudeltà nei confronti degli animali. Per decenni Giorgio Armani è stato un trendsetter nel mondo della moda e la sua ultima comunicazione è la prova che la sensibilità e l’innovazione rappresentano il futuro di questo settore».
Armani è sicuramente lo stilista più importante, ma non è il primo protagonista del mondo della moda a scegliere di abolire le pellicce dalle sue proposte: la più convinta sostenitrice dei diritti degli animali è da sempre Stella McCartney, che non fa uso di pelli e pellicce per le sue collezioni. Anche altri marchi di fascia alta come Hugo Boss, Tommy Hilfiger e Calvin Klein sono certificati fur free, esattamente come catene più commerciali come Zara, American Apparel, Bershka, H&M e ASOS.
La Lav, che definisce una svolta storica la scelta di Armani, ricorda che ha recentemente lanciato il progetto Animal Free Fashion col quale attribuisce una valutazione etica, tramite un apposito rating, alle aziende che si sono impegnate a non utilizzare materiali animali. «Si tratta – sottolineano dalla Lega Anti Vivisezione – di un progetto di grande successo, che conferma l’interesse crescente del pubblico verso prodotti moda etici e le straordinarie potenzialità creative, produttive e di business del settore». In Italia Elisabetta Franchi già dal 2011 si è impegnata a non utilizzare più pelliccia animale e dal 2015 ha sostituito anche le piume, raggiungendo il secondo livello di Rating, mentre Save the Duck, il piumino senza piume, non utilizza nemmeno pelliccia, pelle, seta o lana e ha quindi ottenuto il più alto rating nella certificazione animal free.